Associazione AMuLETO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Strada facendo

Le nostre storie

STRADA FACENDO  
A volte l’amore  non e’ come si crede, ma si perde e lascia rabbia e si pensa che  si gioca con i sentimenti  degli altri della tua vita. come di noi giovani , come noi  che hanno la faccia come noi. Per esempio la sindrome di down o cechi che sono sensibili. Gli altri pure  non hanno proprio voglia di vedere come siamo fatti. O hanno paura di noi. Noi vorremmo  di mostrare che loro, che hanno paura di noi, siamo cosi  dalla nascita.  Non siamo mostri abbiamo molto. e molto molto, paura. Perchè siamo giudicati male dagli altri sentimenti. Anche i grassi o ciccioni amano siamo essere umani come voi.  Noi vorremmo i fidanzati ma loro non ci vedono come fidanzati perché siamo fatti così, per loro male. Se loro cambiano il momento è valido di crescita  per essere p iù  grandi lo sapete perchè siano cosi in sicuri? Siamo insicuri che ci vogliono bene a parte i nostri genitori. Noi vogliamo che ci aprono le porte e ci vengono incontro e che ci dicono “sei bello lo stesso anche se sei come sei”. Anche magari i miei amici  come Valeria che non è che nessuno la c apisce come parla e non usa bene le gambe, ma grazie a  Daniela Pari sappiamo come fare  per capirla. E così è vicina a noi. Anche Lele che non  può cam minare,  grazie a Maria  tutti noi abbiamo imparato che tutti hanno i nostri bisogni che bisogna dare la mano a tutti, chi usa il cuore aperto verso chi ha bisogno è speciale. Siamo stufi magari sono nati cosi, anche noi. No perchè, hanno paura di confrontare le paure di noi,  come  siamo. Diciamo,  basta.   Fa male essere trattato diverso dagli altri e non ci fa crescere.
Dobbiamo avere il coraggio di dirlo a tutti che noi non siamo scemi o cretini perché c’è un difetto su una base di una persona. La natura ha fatto questo e non i genitori, poi loro ci aiutano a crescere, a mangiare bene, a capire le parole. Perché loro hanno l’amore. Loro capiscono che noi diciamo “mamma io voglio essere trattato come gli altri”. Tutti devono aiutarci a crescere e non vederci inferiori, infelici e aiutarci a capire per fare la nostra strada.

                                                                                                                                              
                                                                                                                                     
di  Roberta Boin

 

Torna ai contenuti | Torna al menu